Protezione Civile

Protezione Civile gruppo Alpini Possagno

La Protezione Civile è nata successivamente al terremoto in Friuli, dove squadre di persone volenterose, tra cui molti Alpini, sono intervenuti in aiuto alla popolazione sia come primo soccorso ma anche come forza lavoro per ricostruire i paesi distrutti. Da allora tutte le persone che, in caso di calamità, intervenivano a supporto delle popolazioni colpite, formavano la Protezione Civile. Anche Possagno, in caso di bisogno, è sempre stato presente con i suoi volontari in quasi tutte le emergenze nazionali ed internazionali. In questi ultimi anni si è andato fortificando il senso di organizzazione e professionalità nella Protezione Civile in caso di calamità o grande evento, richiedendo sempre più una preparazione del personale ed una organizzazione a scala gerarchica piramidale. A Possagno si è formata ufficialmente una squadra di Protezione Civile, grazie all’iscrizione all’albo del volontariato regionale come Sezione A.N.A. Monte Grappa.

Ha stipulato per la prima volta nel 2004, rinnovata negl’anni successivi, una convenzione con il comune offrendo il servizio di aiuto e supporto in caso di calamità e grandi eventi. I volontari, viste le nuove normative in campo della sicurezza, hanno da anni cominciato a specializzarsi in vari settori/specialità seguendo dei corsi promossi dalla regione, dalla provincia (es: corso base, apparati radio, campo base e salvamento fluviale) o dell’A.N.A. stessa. Infatti ormai da qualche anno l’ANA è stata riconosciuta dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile come Colonna Mobile Nazionale, questo sta ad indicare che gli “Alpini” quando intervengono sono equiparati ad una Regione con la proprie autonomie e caratteristiche.

Il nostro compito in situazione di normalità è comunque impegnativo, perché di sorveglianza e prevenzione, in modo da saper affrontare tutto ciò che potrebbe generare un emergenza. Tale compito porta a stilare/correggere, assieme all’ente di riferimento, uno specifico Piano di Emergenza (PE) comunale, da testare con le dovute esercitazioni, atte a ridurre al minimo le problematiche di logistica e di intervento in caso di calamità o grande evento. Oltre a questo sono stati fatti vari incontri, anche con scuole, per spiegare cosa fare e come essere di aiuto in caso di emergenza, perchè la Protezione Civile nasce e si fonda sui cittadini di quel territorio.
I Volontari, dotati di sana e robusta costituzione, possono avere dai 18 agli 80 anni.

A Possagno esiste oltre alla PROTEZIONE CIVILE (divise giallo-blu o giubbini gialli) anche un gruppo di VOLONTARIATO ALPINO (giubbini arancioni), dove la prima è sottoposta a rigidi regolamenti e procedure per modalità di intervento, l’altra è un gruppo di Volontari Alpini che offre un servizio a chi lo richiede, senza vincoli, se non la propria disponibilità.

Responsabile squadra Protezione Civile: Favero Michelangelo