“Studenti in Prima Linea”

“STUDENTI IN PRIMA LINEA”

Cent’anni dalla Grande Guerra
Progetto didattico per la programmazione, sviluppo e gestione di attività riguardanti il 100° anniversario della “Prima guerra Mondiale” 1914-1918 (Italia 1915-1918).

 

SCHEDA PROGETTO (sintesi)

Il progetto “STUDENTI IN PRIMA LINEA” è rivolto principalmente alle classi terminali delle scuole di ogni ordine e grado, allo scopo di sensibilizzare gli alunni coinvolgendoli, quali protagonisti delle commemorazioni, in occasione del centenario della “Grande Guerra”.

Vuole essere un tentativo per creare linee di collegamento tra i giovani di allora chiamati prematuramente a essere presenti “in prima linea” nella drammatica storia e i nostri giovani chiamati anch’essi oggi “in prima linea” a ricercare ideali dialettici di comunicazione, rispetto, pazienza, conoscenza, giustizia disinteressata e quant’altro utile a non ripetere quegli stessi orrori.

 

La Sezione Alpini “MONTE GRAPPA” di Bassano, in collaborazione con le Sezioni Alpini limitrofe, intende promuovere un programma di interventi e coordinamento didattico per iniziative, quali progetti culturali, studi, ricerche, interventi nel campo della tutela e della valorizzazione del patrimonio storico, dedicate alla commemorazione della Grande Guerra al fine di:

– favorire la conoscenza da parte della comunità educante della storia della Grande Guerra;

– promuovere la conoscenza tra le generazioni più giovani di quel periodo;

– rendere riconoscibile i molti segni lasciati dalla guerra sul territorio;

– valorizzare l’impegno profuso dalla società camune e delle sue istituzioni per conservare un patrimonio storico che appartiene all’identità del Veneto e alla storia italiana ed europea;

– far in modo che la memoria di una tragedia diventi risorsa per una cultura di pace.

Contenuti: per creare un filo conduttore della memoria “STUDENTI IN PRIMA LINEA” non basta ricordare, bisogna rievocare, specie per i più giovani. Costruire atmosfere, sfatare la finzione o il centenario sarà inutile. Si tratta di un progetto didattico modulare, pluriennale incentrato sulla Prima Guerra Mondiale, e sulle dinamiche belliche.

E’ promosso dal lavoro in sinergia con l’A.N.A. associazioni sul territorio e le amministrazioni. Il progetto tratta temi relativi alle fonti della storia, all’interpretazione critica e alla rappresentazione ed è finalizzato all’approfondimento delle vicende della Prima Guerra Mondiale e delle tematiche ad essa correlate.

Temi:Ricordi di guerraVita in trincea I soldati e il cibo – Perdita dell’identità – Storie di soldati – Gli armamenti, le strutture, la logistica, l’equipaggiamento,I campi di battaglia, le strategie militari I reparti impegnati nei vari fronti La popolazione civile I costi economici,La nostra CostituzioneCreazione di percorsi tematici:

  1. Ricerca di lettere e diari di soldati non necessariamente caduti, nei vari paesi; …
  2. Raccolta di informazioni su tutti i soldati presenti sui monumenti ai caduti: “Monumento non più ignoto”;
  3. Proposta di indagine su tutti i combattenti tornati a casa;
  4. Proposta di indagine su tutti i combattenti decorati;
  5. Proposta di realizzazione percorsi turistico-storici;
  6. Proposte di soggiorno e/o di visita ai luoghi: …

Destinatari del progetto: • scuole (docenti-studenti-genitori) classi 5e scuola primaria, classi 2e-3e scuola secondaria di 1° grado, classi 4e-5e scuola secondaria di 2° grado; comunità locale; territorio.

Obiettivi per i destinatari finali del progetto: Il progetto mira al conseguimento dei seguenti obiettivi:

  • Promuovere nei ragazzi e negli adulti, nella cittadinanza e nel territorio la costruzione della propria identità culturale come presa di coscienza della realtà in cui vivono, rendendoli consapevoli del patrimonio storico esistente sul loro territorio e della loro responsabilità nel rispetto e nella conservazione della memoria;
  • avvicinare i ragazzi e gli adulti al tema della Grande Guerra in maniera nuova, invitandoli a scoprire i “musei” non solo come contenitori di documenti ma luoghi di memoria viva
  • Promuovere una cultura di rete ha il valore di recuperare positivamente il valore della complessità e di raccogliere con fiducia la sfida dell’oggi.
  • Organizzare la restituzione al territorio dei risultati del lavoro attraverso l’utilizzo dei linguaggi: manipolativo, scritto, informatico, iconico;
  • Sviluppare il senso di responsabilità;
  • Sviluppare il rispetto delle professionalità coinvolte: • Guide museali • Storici • Rappresentanti dell’A.N.A. • Artisti • Insegnanti • Studenti;

Prodotti: Spettacoli teatrali, depliant, cartelloni, manifesti, eventi, siti web, stand espositivi, cd-rom contenenti la documentazione complessiva dei percorsi realizzati, una pubblicazione, piacevole e suggestiva che possa dare in sintesi il senso e la storia del lavoro svolto.

 

Gianantonio Codemo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

73 + = 81