Consegna delle divise

2022/05/03


Oggi nella sede degli alpini sono state consegnate ai Volontari di Protezione Civile ANA che hanno fatto servizio durante l'emergenza COVID le nuove divise, donate dell'Amministrazione Comunale per il servizio svolto alla comunità di Possagno e oltre. Nella stessa occasione sono state consegnate anche le spille con cui l'Associazione Nazionale Alpini ha voluto omaggiare tutti i Volontari che si sono distinti per le molte ore dedicate agli altri durante l'emergenza COVID. Un ringraziamento a tutti i nostro Volontari del Gruppo Alpini Possagno per quanto hanno fatto e quanto faranno in futuro. Volontari: Favero Michelangelo, Favero Valerio, Fornasier Alessandro, Toscan Alessandro, Negro Matteo, Manera Loris, Rigo Nicola, Cunial Simone.

Esposizione Reperti della Grande Guerra

2022/10/03


Da oggi è possibile prenotare una visita guidata all'esposizione dei reperti della Grande Guerra di Finato Marino. Dal Lunedì al Venerdì per almeno 5 persone e al massimo 15 per volta. La durata della visita è di circa 1 ora, le spiegazioni del Recuperante Marino Finato vi porteranno indietro nel tempo sul Massiccio del Grappa per scoprire come e con cosa si è combattuta la Prima Guerra Mondiale. Per altre informazioni potete contattarci via mail all'indirizzo info@alpinipossagno.it oppure su Whatsapp al numero +39 3515252663.

Festa dell'Artigliere

2021/12/05


Lavori alle Gallerie

2021/10/28


Sono iniziati a settembre i lavori per la messa in sicurezza delle gallerie, manutenzione delle trincee e sistemazione della strada di accesso del Percorso della Memoria sul Monte Palon a Possagno. Grazie al finanziamento della Regione Veneto e al contributo del Comune di Possagno, si sono messi all’opera i volontari del Gruppo Alpini di Possagno appartenenti alla Sezione ANA Montegrappa, con l’aiuto degli Alpini in Armi del 7° reggimento Alpini e AVES di Bolzano. Una squadra di 10 militari, comandati dal maresciallo Giulia Moretti e 6 membri dell’AVES Bolzano, hanno permesso il trasporto in Cima Palon di 400 sacchi di cemento fibrorinforzato con l’utilizzo del loro elicottero ed il posizionamento della tubazione per l’approvvigionamento idrico lungo il pendio della montagna. Sono state messe in sicurezza 350 m 2 di gallerie e risistemati 70 m di trincea con un lavoro di manutenzione straordinaria sui muri a secco. Tale impresa di messa in sicurezza delle gallerie, effettuata in soli tre giorni di lavoro, ha richiesto un impegno notevole dei volontari Alpini e Amici, compresa la temeraria tenacia di Elido Fornasier (Gustinet), viste le difficoltà che la montagna ci ha posto difronte, anche rinunciando al pasto seduti con le gambe sotto il tavolo, per garantire di finire in tempo prima che il meteo peggiorasse ed impedisse di completare il lavoro entro il tempo stabilito. Si può proprio dire che “Per gli Alpini non esiste l’impossibile”. A corollario e di grande servizio non solo per il Rifugio Alpini Monte Palon, ma anche per la malga Barbeghera, che ha ringraziato assieme al Comune di Alano, la sistemazione della strada che porta fin su al Rifugio, migliorando lo stato esistente in tutti i suoi aspetti. Questi lavori di ripristino, oltre a quelli eseguiti costantemente ogni anno per la manutenzione del percorso della Memoria, in gelosa custodia degli Alpini di Possagno, sono stati fatti da tutti coloro che hanno sacrificato e sacrificano tempo libero e ore di lavoro per il ricordo e in onore sia di chi ha combattuto in questi luoghi sia di chi ci ha lavorato ma purtroppo ora non è più qui tra noi, e inoltre danno anche un valore aggiunto a tutta la comunità di Possagno.

Festa della croce

2021/09/12


Alba sul monte Palon

2021/01/28


La neve caduta copiosa copre le trincee che oggi fanno parte del percorso della memoria, un museo a cielo aperto ripristinato dagli Alpini e accessibile a tutti. La croce è stata posta nel 1964, il mosaico riflette i raggi del sole e in particolare durante l’alba e il tramonto “incendia” la croce donandole un colore rosso vivo. La veduta poi, contribuisce a rendere mozzafiato il momento di chi si trova sul Monte Palon e si ferma ad ammirare la bellezza del panorama che lo circonda. Il Fiume Piave, le Dolomiti e la Laguna Veneta, sono solo un esempio di ciò che si può ammirare a occhio nudo in una giornata di cielo terso e limpido. Il percorso della memoria si estende attraverso gallerie, ponti e sentieri tracciati fino a Cima Palon, nel video si vedono le baracche ufficiali coperte dalla neve. Realizzato da Giovanno Basso. Gruppo Alpini Possagno

Festa della Croce

2020/09/13


Domenica Aperta

2020/07/26


Visita notturna

2019/11/02


Festa della Croce

2019/09/08


Visita notturna

2019/08/03


Domenica aperta

2019/05/26


Visita notturna

2019/05/25


Mostra sulla I Guerra mondiale

2019/05/18